Italia

Natura e Storia: Autunno in Sardegna, i villaggi nuragici di Teti

 

Natura, animali, paesaggi mozzafiato, con il lago di Cucchinadorza a far da contesto, tra i promontori si trova il paese di Teti, in Sardegna. Teti offre parecchi percorsi da seguire per gli amanti della natura, dei paesaggi incontaminati, ma anche di chi non può e non vuole perdersi un appuntamento con la storia. A Teti i percorsi portano infatti a parecchi siti archeologici che rievocano epoche passate: risalgono, tali reperti, al periodo pre-nuragico e al nuragico.

Il fascino dei percorsi autunnali di Teti è possibile apprezzarlo anche approfittando dei parecchi e accoglienti bed and breakfast, che mettono a disposizione un’organizzazione completa di itinerari da seguire: dalle sagre, agli eventi, dai siti archeologici alle escursioni immersi nella natura più profonda e selvaggia della Sardegna.

Come apprendiamo e come apprezzerete nel vostro soggiorno nel territorio sardo intorno ai villaggi nuragici di Teti, “a testimoniare l’intensa attività di queste popolazioni sono stati i ritrovamenti archeologici avvenuti nei diversi villaggi nuragici presenti nel pianoro di Atzalai. Resi perfettamente agibili per le visite guidate, il villaggio di S’Urbale e il villaggio santuario di Abini hanno restituito pregiati bronzetti, frutto dell’attività metallurgica di quel periodo”.

Ogni bronzetto è inoltre particolare e differente dagli altri, testimonianza di un’attività continua e di una vita che si è attestata in quelle zone: a dar mostra della vita che si è vissuta nelle zone immerse nel verde della Sardegna, le specifiche rappresentazioni di animali, pastori, greggi, guerrieri e veri e propri eserciti costituiti per difendere la ricchezza naturale della zona da i predatori immancabili.

Approfittare di periodi dell’anno in cui la vacanza, lo stacco, sono sinonimi di relax, degustazioni e anche un po’ di cultura, con gli innumerevoli ed economici bed and breakfast in Sardegna, non è da tutti, ma è per tutti. L’autunno è un’occasione per non perdersi un attimo delle rievocazioni dell’arte della lavorazione dei metalli e di epoche mai passate del tutto, specie in paesaggi tutt’ora incontaminati.

 

Comments

comments

Similar Posts