Archivio dell'autore: admin

Esplorare l’Olanda: come viaggiare da Eindhoven ad Amsterdam

I Paesi Bassi, o Olanda se preferite, sono una delle mete turistiche più gettonate d’Europa, soprattutto – per ovvie ragioni climatiche – nel corso dei mesi estivi. Ciò malgrado, va sottolineato come lo stato affacciato sul versante meridionale del Mare del Nord sia – proprio in virtù della presenza di alcune correnti marine particolarmente miti – uno dei più interessanti e accoglienti da visitare anche nei mesi freddi. Non a caso, in pieno inverno le principali città olandesi pullulano di eventi artistici, culturali o puramente conviviali, dal Rotterdam International Film Festival in gennaio allo scatenato carnevale sui canali di Amsterdam.

Ma i Paesi Bassi non sono soltanto le sue – pur imprescindibili – città “ammiraglie”, quelle che è impossibile non decidere di visitare. Al pari del Belgio, sono i centri abitati di dimensioni più contenute a fare spesso la differenza. In quest’area d’Europa, infatti, quasi ogni cittadina, anche di dimensioni ridotte, presenta dei piccoli borghi di origine medievale, molti dei quali perfettamente conservati, che restituiscono il fascino di un passato tutt’altro che dimenticato. E dimostrano come, almeno in alcuni paesi, la preservazione della propria Storia sia uno dei tratti fondanti di un orizzonte culturale, al punto di aver sviluppato anche la capacità di elevare tale caratteristica a business redditizio.

Eindhoven rappresenta, in tal senso, una sorta di compromesso tra la fisionomia di una grande città e quella di un piccolo centro abitato. Questa cittadina di matrice prevalentemente industriale (è sede di alcune delle compagnie più importanti del paese) ha conosciuto uno sviluppo urbano e demografico molto importante soprattutto nel corso dell’ultimo secolo. Tuttavia, il suo cuore rimane quello di un piccolo borgo medievale, la cui fondazione risale al XIII secolo d.C., con lo scopo di farne un importante snodo commerciale con i paesi dell’entroterra.

A livello topografico, infatti, Eindhoven si colloca nella parte meridionale del paese, lontana dalle coste e dunque leggermente appartata rispetto alle rotte turistiche che coinvolgono le località principali. Tuttavia, sia la rete stradale che quella ferroviaria in Olanda funzionano in maniera piuttosto efficiente, grazie anche alla conformazione pianeggiante del terreno. Insomma, complici anche le dimensioni ridotte del paese, spostarsi in Olanda da una città all’altra è decisamente agevole, e ad esempio raggiungere Amsterdam da Eindhoven, anche nel giro di poche ore, non presenta alcuna difficoltà.

La soluzione migliore per muoversi dal sud al centro-nord del paese, o viceversa, rimane quella ferroviaria. In particolare, il treno Eindhoven Amsterdam consente di programmare i propri tragitti turistici con una certa elasticità, sia sul piano logistico che su quello degli orari. Le prime corse su tale tratta nell’arco della giornata avvengono subito dopo le 7:00 del mattino, mentre le ultime avvengono addirittura dopo l’una di notte. La durata del viaggio, a seconda del numero di cambi (al massimo uno) e di fermate intermedie, nonché della collocazione oraria, può variare dai 75 minuti circa alle 2 ore e 45 minuti (perlopiù dovuti all’attesa della coincidenza presso la stazione di Rotterdam). Il costo del biglietto rimane invariato per ogni soluzione: 21,60 euro per una seconda classe, 34,80 euro per una prima.

L’unico aspetto cui il turista dovrebbe prestare una certa attenzione è rappresentato dalle lievi variazioni di orario nei giorni festivi. Si tratta, tuttavia, di modifiche minimali, sia in termini di orari che per quanto riguarda il numero di corse disponibili. Pertanto, se desiderate visitare l’Olanda e concedervi qualche piacevole “fuori rotta” rispetto alla direttrice Amsterdam-Rotterdam, affidatevi senza paura al trasporto su ferro.

Visitare le Isole Tremiti in due giorni: il programma per un weekend in Puglia

Avete in programma una breve vacanza in Puglia? Amate la natura, le immersioni e il mare? Allora le Isole Tremiti sono la destinazione perfetta per voi! Vi basterà un weekend per esplorare le isole e i loro meravigliosi paesaggi naturalistici, tra calette nascoste e grotte rocciose, senza dover però rinunciare al lato culturale, con la visita ai luoghi storici dei centri abitati. Ecco dunque il programma per visitare le Isole Tremiti in due giorni.

#1 Giorno

Iniziate il weekend con una piacevole escursione in barca che vi permetterà di visitare alcune tra le grotte più belle e famose dell’arcipelago: ad esempio quelle del Bue Marino, delle Viole, delle Rondinelle, dell’Amore e dei Misteri.

Continuate poi la vostra vacanza con la visita dell’isola di San Nicola, il centro storico più popolato dell’arcipelago. Qui potrete ammirare l’Abbazia di Santa Maria, le fortezze, le chiese, le muraglie, la Torre Aragonese e quella Quadrata, il Castello dei Badiali e il Torrione di San Nicola. Spostandovi sulla costa, invece, potrete immergervi nelle meravigliose calette nascoste che contraddistinguono l’isola, tra le quali Cala degli Schiavoni, Cala Diamante e Cala Tamariello.

#2 Giorno

Si ricomincia con un’escursione verso Capraia: un’isola abitata esclusivamente dalle caprette da cui il luogo prende il nome. Nonostante ciò, le cose da vedere sono numerose: dalla statua gigante di Padre Pio sul fondo del mare alle calette tipiche, quali cala Sorrentino e cala dei Turchi. Qui potrete divertirvi e sbizzarrirvi con i vostri sport acquatici preferiti: immersioni, snorkeling, pesca subacquea… Approfittate del mare limpido e dei fantastici e vivi fondali variopinti!

Nel pomeriggio vi potreste spostare alla volta dell’isola di San Domino, la principale dell’arcipelago. La natura che la ricopre è veramente ricca e vi lascerà senza fiato: boschi di pini d’Aleppo, piante da capperi, di ginepro, rosmarino, mirto e tanta altra macchia mediterranea caratterizzano il luogo. Prima di perdervi in delle lunghe passeggiate immersi nel verde, approfittate dell’unica spiaggia di sabbia di tutto l’arcipelago: Cala delle Arene. Organizzate dunque escursioni a piedi, a nuoto o in barca, per ammirare le grotte rocciose e le insenature.

Come raggiungere le Isole Tremiti

A seconda del periodo dell’anno sono previsti diversi traghetti, navi, motonavi e aliscafi che vi permetteranno di raggiungere le Isole Tremiti. Tra i principali porti di partenza vi è sicuramente quello di Termoli, in Molise. Cliccate qui per ottenere maggiori informazioni in merito all’imbarco per le Tremiti dal porto di Termoli.

Pubblicizzare e promuovere il proprio albergo

Essere proprietari di un albergo comporta oltre ad applicare una buona gestione anche la necessità di essere informati e attivi sul fronte pubblicitario; promuovere il proprio albergo è una delle priorità imposte dal mercato turistico, poiché un buon programma pubblicitario approntato con strategie di ultima generazione è la soluzione perfetta per farsi conoscere e ampliare il proprio cassetto clienti.

La competizione nel settore alberghiero

Far conoscere la propria struttura turistica non è semplice, ma oggi possiamo usufruire di nuovi strumenti efficaci, rapidi e performanti tramite web, per quello che riguarda le informazioni turistiche online la competizione è una delle maggiori caratteristiche di questo settore, poiché oggi tutti sfruttano le potenzialità della rete per promuovere la propria attività; farsi trovare da potenziali clienti non è impossibile ma è da sottolineare che non è neanche facile perché il web ha una evoluzione rapida e continua, si allarga di minuto in minuto e i siti in rete aumentano giorno in giorno.

Il web marketing

Per questo motivo bisogna tenersi aggiornati, realizzare un sito web di alta qualità, possibilmente rivolgendosi ad esperti come ad esempio a un’ agenzia social media marketing che con esperienza e capacità potrà indirizzarci verso le strategie più adeguate per creare in rete uno spazio significativo e dedicato all’albergo, a tutti i suoi servizi e a tutte le sue attività; una campagna pubblicitaria strategica efficace e ben fatta può essere realizzata solo da un’ agenzia internet marketing

Campagne a livello internazionale

Affidarsi agli esperti informatici in merito agli strumenti di promozione per il nostro albergo, farà senza dubbio salire in maniera soddisfacente il giro di affari inerente alla propria struttura turistica; i vantaggi della pubblicità in rete attraverso queste agenzie dedicate proprio alle necessità di promozione e marketing sono molteplici, a iniziare dal fatto che la propria attività commerciale può essere pubblicizzata verso un bacino di clientela internazionale; le strategie di marketing devono essere sempre rivolte anche ad altri paesi europei se non addirittura anche fuori dall’Europa.

Promuovere le offerte e le promozioni online

Le agenzie di marketing inoltre suggeriscono e realizzano anche un numero interessante di promozioni e offerte che possono invogliare la clientela a prenotare e frequentare la struttura turistica di nostra proprietà. A questo proposito vengono pensati e realizzati i pacchetti turistici su misura per il tipo di albergo da promuovere e in base anche alla sua localizzazione geografica. Tramite il web è possibile inoltre esporre in modo dettagliato l’elenco dei servizi che la struttura alberghiera offre. Entrando nello specifico in merito al trattamento offerto in albergo, al suo aspetto, alla comodità e la funzionalità delle sue camere, e a tutto quello che la struttura al suo interno può offrire.

Far conoscere a largo raggio il proprio albergo

Per replicare un vecchio adagio è risaputo che la pubblicità è l’anima del commercio quindi affidarsi alle strategie di marketing online oggi è quasi obbligatorio per poter competere con le altre realtà commerciali turistiche nel nostro paese; le mosse vincenti sono un sito realizzato in maniera elegante con un’ interfaccia intuitiva e di facile uso, ricco di informazioni e offerte, completato da book fotografici, perché la presenza in rete è determinante per il successo di un albergo.

Catania: bellezza e arte all’ombra del vulcano

A metà strada tra Messina e Siracusa ai piedi dell’Etna si trova Catania, una delle città italiane più ricche di fascino e storia. La seconda città più grande della Sicilia, Catania detiene un tesoro artistico di incredibile bellezza. La città è caratterizzata da molti edifici barocchi ed è stata dichiarato patrimonio mondiale dell’UNESCO.

Le bellezze imperdibili della città

Uno dei più affascinanti edifici barocchi di Catania è senza dubbio, il teatro dell’opera Bellini.

La costruzione dell’edificio risale al 1890. Il teatro è stato costruito nello stesso stile barocco degli edifici che lo circondano. Nel corso degli anni quasi tutte le opere del Bellini sono state eseguite presso il teatro dell’opera.

La cattedrale di Sant’Agata, patrona della città, come numerosi edifici catanesi sono in stile barocco. La cattedrale fu costruita a metà dell’XI secolo, dopo numerosi anni di lavori, dal duca Ruggiero. Dell’antico edificio normanno però ad oggi rimane poco, anche se è possibile vedere come si è modificata la chiesa, un tempo anche fortificata. 
La facciata barocca è di Vaccarini, l’interno, risalente al sedicesimo secolo è decorato artisticamente con bassorilievi ed è invece di Giovanni Battista Mazzolo.
All’interno della cattedrale, è possibile anche visitare la tomba di Costanza d’Aragona e accanto ad essa un sarcofago romano risalente al III secolo d.C. che contiene i resti di Federico II d’Aragona.

Di fronte alla cattedrale in Piazza del Duomo si trova la monumentale ed affascinante Fontana dell’Elefante di Giovan Battista Vaccarini. La particolarità di quest’opera risalente al diciottesimo secolo è che l’autore nel costruirla, ha usato vari reperti della città, come un elefante lavico di epoca romana e un obelisco di Syene che presenta alcuni geroglifici relativi allìantico culto della dea egizia Iside.

Accanto alla cattedrale di Catania si trovano i resti delle famose terme romane di Achillea Thermae che, secondo alcuni storici, sono addirittura anteriori a quelli di Diocleziano in Roma.

Cosa vedere nei dintorni di Catania

Nei dintorni di Catania è possibile andare alla scoperta di bellezze artistiche e naturali di rara bellezza.

Uno degli esempi è la città di Noto, famosa per la sua Cattedrale, emblema del barocco di questa fantastica regione.

Ci sentiamo di consigliare anche di  visitare Ragusa, una città dalla storia tanto unica quanto traumatica, la città si divide  in Ragusa superiore, la parte alta situata sull’altopiano, e Ragusa Ibla, che invece comprende la parte bassa e antica della città. Simbolo della città è il duomo di San Giorgio.

Infine a poco più di un’ora di distanza da Catania è possibile visitare l’Etna, il vulcano sempre attivo che fertilizza tutta l’area circostante e regala uno spettacolo naturale unico nel suo genere.

Raggiungere Catania dall’aeroporto

L’aeroporto di Catania intitolato all’artista Vincenzo Bellini si trova a circa 10 km dal centro città, facilmente raggiugibile dunque sia autonomamente con il proprio veicolo che con una buona rete di collegamenti pubblici e privati.

Se decidete di optare per il risparmio il collegamento più conveniente è di sicuro l’autobus. La compagnia Amt mette a disposizione una linea che nel giro di venti minuti assicura il collegamento dal centro città all’aerostazione catanese.

E’ anche possibile scegliere, inoltre, tra diverse compagnie di taxi che operano tariffe fisse per il collegamento tra l’aeroporto e Catania.

Infine se decidi di raggiungere l’aeroporto con la tua auto potete prendere l’autostrada ed arrivare presso il Bellini in cira 15 minuti. Una volta giunti presso l’aerostazione se ne avete bisogno è possibile trovare una vasta scelta di parcheggio aeroporto di Catania. Puoi scegliere infatti tra l’offerta dei parcheggi ufficiali o in alternativa i più economici parcheggi privati nelle vicinanze dell’aeroporto di Catania.

Spero queste righe ti abbiano incuriosito, a me non resta che augurarti buon viaggio.